Candy

copertina

Candy
Mostra di Ilaria Clari
a cura di Francesca Pergreffi

Inaugurazione Domenica 19 Febbraio 2017 ore 17
dal 19 Febbraio al 16 Aprile 2017

Il glossario carnale di Ilaria Clari allo Spazio Meme di Carpi.
In mostra le opere dell’illustratrice torinese che fa della poesia dei corpi la sua inconfondibile cifra stilistica.

Rosa, dolci come confetti o caramelle, ma anche nudi, trasparenti, porosi. Candidamente goffi e ludicamente lubrici, sempre esposti. Singoli o coppie, corpi-radice e corpi materni, membra avvinghiate o liberate, sbocciate. Rotondità ostentatamente impudiche e profondamente innocenti insieme, abitatori di un mondo in cui il voyeurismo ha lasciato spazio a un’adamitica, ma sessuata, innocenza, in cui vita, sessualità e sentimenti non possono concepirsi gli uni senza gli altri : queste le cifre dei corpi di Ilaria Clari, trentunenne l’illustratrice torinese a cui lo Spazio Meme dedicherà una mostra a partire dal 19 febbraio sino al 16 aprile.
Candy, questo il titolo dell’esposizione che ospiterà 80 opere originali. Le tecniche utilizzate dall’artista sono quelle dell’acquerello (ne saranno presenti 25, di piccolo formato, appositamente realizzate per Spazio Meme) e dell’acquerello digitale (ogni opera concepita secondo questa modalità sarà creata in tiratura limitata di 10 esemplari), che consiste nella stampa dell’opera, eseguita con tecnica digitale, su carta acquerello Modigliani color panna, alla quale seguono interventi a china marrone o nera sui particolari.

Un’estetica, quella di Clari, che guarda a Quentin Blake, Carol Rama e Kiki Smith, che è l’originale genesi di una tenera sessualità che scandisce in modo altro la grammatica dei corpi e la sintassi dei sentimenti, per sfociare in vaporose stratificazioni di figure rosee, talmente candide nel loro esporsi da essersi liberate anche dall’idea di osceno, per superarla e trascenderla.
Sensualità e bellezza che nulla hanno a che fare con la pornografia, dunque, ma il suo contrario, un anelito di delicatezza – le molte sfumature di quel rosa tenue che, oltre alla nudità delle figure, ne rappresenta l’altra caratteristica più immediatamente evidente – che non rinuncia tuttavia a qualche sferzata piccante di rosso, a virate sul grigio.

Con ironia, con serena determinazione a rappresentare anche i lati più prosaici del prima, del dopo, del durante l’amore. Gli eterei amanti di Ilaria non nascondono svergognate passioni, si masturbano, languidamente godono, defecano e figliano. Ma sempre immersi nella loro delicata grazia tinta color pesca.

laria Clari nata nel 1985 a Torino, Ilaria Clari è da sempre profondamente legata al disegno, arte con la quale intrattiene un rapporto di amore e odio.

 

clari1  clari4 clari2 clari3

Mostra in corso


Candy

personale di Ilaria Clari
Inaugurazione Domenica 19 Febbraio ore 19

Spazio Meme
via G. Bruno 4, Carpi (Mo)

Aperto sabato e domenica
10-13 e 16-20
altri giorni su appuntamento

per info/appuntamenti:
spaziomeme@gmail.com

Newsletter

Meme on Web